Follow by Email

Google+ Followers

sabato 18 gennaio 2014

FERNANDO ROSSI: Legge elettorale. Forza Italia e PD esultano: "Habemus Pappam"!



E' ufficiale ! Forza Italia e PD resteranno i  maggiori mangiatori di denaro pubblico e di sovranità popolare.

Dopo la pubblicazione della sentenza della Corte Costituzionale che, bocciando il Porcellum e la truffa del premio di maggioranza, ha indicato nel proporzionale puro e voto di preferenza, l'unico sistema elettorale possibile, in caso di voto ravvicinato, il terrore si era impossessato degli oligarchi che amministrano i due sebatoi in cui vengono "democraticamente" fatti confluire i voti degli italiani.

Un terrore che ha messo in secondo piano il classico repertorio mediatico delle false liti e false divisioni tra PD e Berlusconi (entrambi vincolati, come i loro complici minori, a mettere in atto le decisioni di Banca Mondiale, Banca Centale Europea e lobby delle grandi multinazionali). Le frenetiche consultazioni di queste settimane, sotto l'incalzare di Napolitano, hanno portato all'accordo tra Renzi e Berlusconi, sui punti chiave da inserire nella nuova truffa elettorale, che costringa a votare per loro ed i loro complici, tenendo fuori eventuali partiti e liste fuori controllo.

Avremo una bella "alternanza"; la clientela PD a guida renziana, diventerà la maggioranza e gestirà il sistema, mentre Berlusca (e i suoi eredi politici) ne saranno i co-gestori di minoranza, salvando le rispettive clientele.

Ma ci sono le varianti, anche se la grande finanza e le sue lobby faranno di tutto per scongiurarle.
1) I 5 stelle. Non è detto che sia vincente il disegno di ridurne il peso elettorale, alle ultime politiche i loro strateghi avevano erroneamente previsto un 15%, e potrebero sbagliarsi ancora. Ma anche il loro ambrosettiano lavorio per spingere i 5 stelle a restare senza "alleanze" con altri gruppi e movimenti, potrebbe fallire, facendo del 5 stelle una coalizione maggioritaria, che farebbe saltare tutti i loro piani elettorali .
2) Il formarsi di uno schieramento politico che proponga l'uscita dall'Euro e dall'Europa delle Banche, per dare la sovranità al popolo (attuando finalmente il primo articolo della nostra Costuituzione ) . Questa è la variante più improbabile, visto il lavorio dei servizi e dei media già all'opera, a livello europeo, nazionale e locale, tanto verso gruppi e movimenti "di destra", quanto "di sinistra", ma il livello di gravità e drammaticità raggiunto dalla disoccupazione, dalla chiusura delle attività produttive, e dalla povertà è ormai tale da produrre "risvegli" non facilmente controllabili dal loro sistema.  

C'è da augurarsi che, per stare al famoso detto e per il bene della nostra Patria e del nostro popolo, nel fare la pentola non gli riesca l'impresa politica di fare pure il coperchio. Dipenderà anche da ciò che farà ognuno di noi.

Nessun commento:

Posta un commento